QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Successo per i percorsi realizzati nelle cooperative sociali


Successo per i percorsi realizzati nelle cooperative sociali
A maggio è partito il ciclo del 2022 e si è chiuso quello del 2021: il 70% dei partecipanti, tutti giovani tra i 18 e i 29 anni, resterà a lavorare nell'impresa in cui ha prestato servizio
C'è grande soddisfazione in casa Confcooperative Romagna per l'andamento dei percorsi di Servizio Civile intrapresi da giovani tra i 18 e i 29 anni presso le cooperative sociali del territorio. A maggio si è concluso il primo ciclo, quello del 2021, che è stato portato a termine da 15 giovani, 11 ragazze e 4 ragazzi. I risultati sono incoraggianti: “Circa il 70% dei volontari resteranno a collaborare con le cooperative sociali che li hanno accolti - annuncia Simone Righi, responsabile Servizio Civile per Confcooperative Romagna -. Ho ricevuto feedback positivi da quasi tutte le cooperative: La Pieve vuole trattenere tutti i 6 partecipanti, Il Mulino assumerà il ‘suo' giovane per seguire la parte web del progetto Ortinsieme, anche Akkanto e Service Web stanno concordando un prosieguo dei rapporti”. 

A chiusura del ciclo è stata organizzata una giornata a RicreAzioni, il centro polifunzionale gestito da La Pieve a Ravenna (ex Kirecò). Qui i ragazzi hanno parlato delle potenzialità educative del gioco, insieme agli Educatori Ludici, e hanno partecipato al Coop Caffè dei Giovani Cooperatori. “Un anno fa siamo partiti proprio da RicreAzioni, con il primo incontro introduttivo - ricorda Righi -. Posso dire di aver provato grande orgoglio nel vedere quanta strada hanno fatto questi ragazzi. Venivano da un periodo difficile, di isolamento sociale e incertezza: nel Servizio Civile molti di loro hanno trovato motivazioni e uno scopo. Hanno maturato esperienza accanto a persone fragili, bambini, anziani, e oggi guardano il futuro con occhi diversi: oltre a chi continuerà il percorso c'è chi si è iscritto all'università, chi a un corso professionale. È la prova che questi percorsi funzionano e sono importanti, per i giovani, per le imprese e per la comunità”.
 
Il 25 maggio è partito il nuovo corso del Servizio Civile, in leggera crescita: sono 16 i partecipanti che hanno iniziato l'esperienza. “Il cambiamento più importante avverrà l'anno prossimo - rileva Righi -: se verranno accettati i progetti che abbiamo da poco presentato al Dipartimento, in tandem con il Consorzio di Solidarietà Sociale di Forlì, organizzeremo il Servizio Civile su tutta la Romagna, con ben 56 posti a disposizione. È un progetto ambizioso, in linea con l'idea di area vasta che portiamo avanti come Confcooperative”.
 
Il momento è propizio anche per le cooperative che desiderano attivare questa opportunità: “Per accogliere i volontari, le cooperative devono essere iscritte all'albo del Servizio Civile - conclude -. In questo periodo stiamo aggiornando le nostre iscrizioni, per cui invito tutti gli interessati a contattarmi per valutare insieme un possibile percorso”.
Per info: righi.s@confcooperative.it, 
333 6951228.
 
 
 

Indietro   Stampa